Pranu Sartu e la Galleria Henry

Dopo poco meno di un chilometro dalla partenza della gara si attraverserà la Galleria Henry a Planu Sartu, la più importante opera mineraria a ridosso di Buggerru.

Scavata nel 1865, consentiva il trasporto dei minerali per mezzo di una rotaia dai cantieri sotterranei alle distanti laverie. Posta a 50 metri sul livello del mare, al di sopra dell’abitato di Buggerru, attraversa per circa un chilometro il locale altopiano.

Se lo scopo originale era quello di facilitare il trasporto del minerale dalle gallerie e dagli scavi locali al porto di Buggerru ora è un sito di rara bellezza per i panorami sul mare che offre.

Questo tunnel scavato nella roccia si mostra imponente: le dimensioni furono determinate dall’impiego, nel lontano 1892, di una locomotiva a vapore. Questa, grazie ad una avveniristica rete ferroviaria, soppiantò in un baleno i lenti e costosi trasporti con gli animali da soma che, fino ad allora, era rappresentata dai i muli.

La galleria è una sorta di suggestivo labirinto: messa in sicurezza, illuminata e dotata di indicazioni, è oggi accessibile in tutta tranquillità. La sua unicità è costituita da un perpetuo rapporto con la falesia sul mare che avviene per mezzo di gallerie minori e camminamenti scolpiti, come finestre ideali, nella roccia. Grazie a queste aperture, ad una visita indimenticabile nel sottosuolo, possiamo gustare scorci suggestivi della costa a strapiombo sul mare e panorami mozzafiato.

Le foto, relative ad attività turistiche recenti, sono state gentilmente concesse da Lino Cianciotto che ne detiene tutti i diritti.

Posted in News and tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , .