Monthly Archives: novembre 2018

Solo sui nostri percorsi!

Noi del Trail del Marganai vogliamo farvi vivere l’esperienza di fare un viaggio nel tempo senza bisogno di un’apposita macchina, ma semplicemente “di corsa”. Saranno i vostri piedi a portarvi a scoprire le testimonianze delle attività umane del passato più o meno lontano e tutto questo avrà come contorno dei paesaggi naturali mozzafiato! Enjoy and run!

Il nuraghe Sa Domu e s’Orku è il nostro punto di partenza per tutte le gare del Trail del Marganai 2019. Si trova su una piccola altura ai piedi del Monte Mannu, a pochi minuti a piedi dal paese di Domusnovas e venne edificato in diverse fasi dal 1600 a.C. fino al 1000 a.C. Si tratta del più grande complesso di tutta la zona Sud-Orientale, probabilmente, in altri tempi, fu uno dei più maggiori in tutta la Sardegna. Oggi diverse parti hanno ceduto e Madre Natura ha pensato bene di “abbracciare” l’antico edificio, abbandonato da circa 3000 anni, con i suoi profumati arbusti…da qui la difficoltà di accedere ai vani interni. Il suo nome significa la casa dell’orco e si dice che siano stati gli abitanti della zona a dargli questo nome per evitare che i bambini si avvicinassero.

 

La torre centrale, in gergo nuragico “il mastio”, fa parte di un bastione a tre torri e questo a sua volta è circondato da un antemurale che include e unisce 5 torri più esterne, nonché da due cortine non comunicanti, con ingressi indipendenti. Il mastio ha un diametro di 8,80m alla base e al suo interno una scala porta al piano superiore. Il suo ingresso, oggi parzialmente interrato, dà accesso al cortile, nel quale sono presenti diversi vani per la fusione dei metalli. Intorno al nuraghe si trovano numerose tracce di capanne che testimoniano la presenza di un villaggio.

 

 

Buono a sapersi: la particolarità di queste costruzioni sta nel fatto che i nostri antenati non usarono materiali di tipo cementificante per unire massi che potevano arrivare a pesare varie tonnellate. Se oggi dopo millenni oltre 7000 torri, sparsi su tutto il territorio della Sardegna, sono ancora in piedi lo dobbiamo all’abilità tecnica dell’uomo nuragico, nonché alla sua conoscenza delle regole “per imbrogliare la forza di gravità”(vedi per esempio l’uso di un architrave e finestra di scarico sopra gli ingressi).

Per informazioni e visite guidate:

Consorzio Natura Viva Sardegna: 0039.3480553309; Email: consorzionaturaviva@gmail.com

Tante novità al Trail del Marganai 2019  

 

L’appuntamento è per il 10 marzo 2019 a Domusnovas, nel cuore del sud ovest della Sardegna.

Tante le novità per l’edizione 2019 del Trail del Marganai.

Prima di tutto cambiano tutte e tre le distanze per le gare agonistiche: la 55 km sostituisce la 52 km, la 30 km sostituisce la 27 Km e la 20 Km sostituisce la 17 Km.

Nuraghe Sa Dommu 'e s'Orcu

Nuraghe Sa Dommu ‘e s’Orcu

Il percorso  non competitivo di 10 Km rimane invariato sulla distanza ma potrebbe cambiare il suo percorso.

Il punto di riferimento di tutta la manifestazione rimane confermata La Cartiera di Domusnovas del Consorzio Natura Viva, mentre, tranne che per la non competitiva, le gare vedranno il via dal ‘Nuraghe Sa Dommu ‘e s’Orcu’, a circa 10 minuti dalla base.

Per la gara lunga ci saranno modifiche sia sui chilometri prima e sia per quelli dopo il ristoro del villaggio minerario abbandonato di Arenas. Inoltre ci saranno piccole modifiche quando si attraverseranno gli impianti abbandonati di Malacalzetta.

Per terminare, e questo varrà per tutte le gare, cambierà l’ultima discesa, quella che da Punta San Michele portava all’arrivo, e ci sarà il passaggio per il sentiero che attraversa la piccola galleria scavata nella roccia de  ‘Su passu ‘e su vagoni’.

Rimane confermato il passaggio per il Tempio punico-romano di Antas.

Per la nuova gara media di 30 km, oltre alla modifica del punto di partenza già scritto prima, dopo l’ottavo chilometro, raggiunta la località mineraria di Sa Duchessa, si abbandonerà lo sterrato carrabile per prendere un sentiero interno che nell’ultimo tratto di trasforma in single track per ricongiungersi al tracciato che porta a Punta Campu Spina, il punto più alto di tutte le gare.

La distanza competitiva più breve di 20 km condivide con le altre due gare la partenza dal ‘Nuraghe Sa Dommu ‘e s’Orcu’ e la nuova discesa da Punta San Michele e il passaggio a ‘Su passu ‘e su vagoni’.

Come per tutte le altre edizioni, rimane confermata la chicca del nostro trail, ovvero il passaggio per la Grotta di San Giovanni, galleria naturale scavata dall’acqua nella roccia calcarea della montagna.

Noi stiamo facendo di tutto per confermare la fiducia che ci avete regalato le scorse edizioni, a voi non resta che iscrivervi.

Nuraghe Sa Dommu 'e s'Orcu